Behemoth

Behemoth è il nome di una creatura leggendaria biblica, menzionata nel Libro di Giobbe: 40,15-24.

In lingua ebraica può essere reso come בהמות, Bəhēmôth, Behemot, B’hemot; in lingua araba بهيموث (Bahīmūth) o بهموت (Bahamūt).

La parola è probabilmente la forma plurale di בהמה (bəhēmāh – animale). Potrebbe quindi costituire un esempio di pluralis excellentiae, un’usanza ebraica di esprimere la grandezza di qualcosa pluralizzandone il nome. Indicherebbe dunque che il Behemoth si distingue dagli altri animali per potenza e forza.

2aieozo.gif

 

Assieme al leviatano e allo Ziz è descritta come la creatura più straordinaria della creazione che vive sulla Terra, imbattibile per tutti tranne che per il suo creatore («Egli è la prima delle opere di Dio; solo il suo Creatore lo minaccia di spada» Gb 40,20). In alcune versioni della Bibbia (ad esempio Nuova Riveduta e C.E.I.) la parola behemoth viene sostituita con il nome ippopotamo.

Viene menzionato anche da Erodoto.

Metaforicamente, il nome è usato per riferirsi ad una creatura grande e possente.Così il Dio ebraico, nella teofania al termine del “Libro di Giobbe”, descrive la bestia:

220px-Behemoth3.jpg

 

« Ecco il behemot, che io ho creato al pari di te;

mangia erba come il bue.

Osserva la forza dei suoi fianchi

e la potenza del suo ventre muscoloso.

Esso drizza la sua coda come un cedro,

i nervi delle cosce si intrecciano saldi.

Le sue ossa sono tubi di bronzo,

le sue vertebre come spranghe di ferro.

Egli è la prima delle opere di Dio;

solo il suo Creatore lo minaccia di spada.

Benché i monti gli offrano i loro prodotti

e tutte le bestie domestiche vi si trastullino,

egli si sdraia sotto i loti,

nel folto del canneto e della palude.

Gli fanno ombra i loti selvatici,

lo circondano i salici del torrente.

Se il fiume si gonfia, egli non teme;

è sicuro, anche se il Giordano gli salisse fino alla bocca.

Chi mai potrà prenderlo per gli occhi,

 

o con lacci forargli le narici? »

(Il libro di Giobbe)Oltre che in numerosi codici ebraici, Behemoth appare in svariate opere grafiche. Si può ricordare il “Book of Job” (1825) di William Blake, il “Dictionnaire infernal” (1863) di Collin de Plancy, il “Necronomicon” (1975) di Hans Ruedi Giger. Questo essere ha ispirato anche un film del genere catastrofico, “Il gigante Behemoth” (GB-USA 1959), scritto e diretto da E. Lourie.”Behemoth” è il titolo dell’opera scritta in età avanzata dal filosofo Hobbes sulla guerra civile inglese. “Behemoth” è anche il grosso gatto parlante, assistente di Satana, nel romanzo Il Maestro e Margherita di Michail Bulgakov. Nel romanzo, Behemoth è rappresentato come un individuo perfido ma divertente, logorroico, supponente ma raffinato, sempre pronto al riso e alla burla. Viene utilizzato anche da Rimbaud nella celebre poesia Le Bateau Ivre. Più recentemente Behemoth appare, in veste di demone trasformista, nel romanzo Spiriti di Stefano Benni. Behemoth è anche il nome della nave pirata nel libro “La guerra degli alati, i pirati del deserto” di Jay Armory.Behemoth viene citato nel famoso fumetto horror Dylan Dog, infatti nel numero 6 “La Bellezza Del Demonio”, è il cognome di Mala, che nell’albo viene descritta come un demone evocato secoli prima, proveniente da un inferno, che descritto da Tiziano Sclavi, sarebbe un mondo parallelo al nostro, ma dove la sofferenza non finirà mai. Behemoth qui è citato da un punto di vista demoniaco, non del tutto corrispondente alla Bibbia.

Nella serie Huntik esiste un titano leggendario chiamato proprio Behemoth, molto fedele all’omonima bestia biblica (in particolare per le sembianze da ippopotamo).

3306244behemoth.jpg

 

Nella serie 2700 Behemoth è inizialmente il classico forzuto alla Conan, un po’ guerriero, un po’ barbaro stile Dungeons and Dragons, dissemina nel corso della serie gli indizi di un misterioso passato che man mano ci fa scoprire un legame forte con i mondi ecclesiastico e nobile, elevandone la natura da stereotipo a cliché più complesso.Il “Behemoth” è un enorme mecha AS (Arms Slave) nella serie animata Full Metal Panic, posseduto e sviluppato da un gruppo terrorista chiamato A21 e pilotato da Takuma Kugayama. È potenziato con un Lambda Driver, la sua pesante struttura e meccanismi dipendono dall’energia prodotta dal Lambda Driver. L’AS è alto quasi 40 metri, e se il Lambda Driver non fosse attivato all’avvio, questo grosso AS collasserebbe sotto il suo stesso peso. Nonostante le sue dimensioni, il Behemoth si muove piuttosto velocemente. Le sue armi principali includono un’enorme spada (in proporzione alle sue dimensioni), ed un set di cannoni da 30mm posti sulla testa. Non ci sono molti dati tecnici sul Behemoth, perciò la maggior parte delle sue caratteristiche resta sconosciuta.

Behemoth è anche una squadra di Storm Riders nell’anime/manga Air Gear, oltre ad essere il nome dell’Infinity Atmosphere di Akira Udo, comandante dello stesso Team, raffigurato come una bestia corazzata dall’aria indistruttibile.

Nel manga The Lost Canvas lo Specter Violate indossa un’armatura che rappresenta il Behemoth.Nella saga di Final Fantasy, il Behemoth è un nemico ricorrente, presente sin dal secondo capitolo, molto potente che solitamente si trova in zone raggiungibili solamente molto avanti nel corso del gioco. Questi è rappresentato come un enorme mostro ibrido tra un drago ed un leone di colore viola con grosse corna nere ed una folta criniera che solitamente poggia su quattro zampe ma, in alcuni capitoli della saga, può raggiungere una posizione eretta. È un mostro molto potente sia negli attacchi fisici che in quelli magici, possiede anche la capacità di contrattaccare con il cosiddetto “Contrattacco meteorico” che, al pari della magia “Meteor”, causa ingenti danni all’intera squadra. Se il livello dei personaggi non è abbastanza alto, combattere questo mostro significa un molto probabile game over. Se questo mostro è molto potente, verso la fine del gioco è presente una versione di Behemoth ancora più potente chiamata “King Behemoth” di colore diverso con un’analoga tipologia d’attacco.

Behemoth.jpg

 

Nell’espansione di Age of Mythology “The Titans” accessibile solo con gli atlantidei è l’incrocio di un ippopotamo e un rinoceronte.

In Kingdom Hearts ha le sembianze di un gigantesco heartless con grandi corna, un essere enorme dotato di grande forza fisica ma lentezza nei movimenti, anch’esso come in Final Fantasy risulta difficile da sconfiggere a bassi livelli.

Il Behemoth è stato anche l’ispirazione per il Pokémon leggendario Groudon.

In Heroes of Might and Magic IV appare come creatura di quarto livello nell’allineamento della Potenza: è rappresentato come una sorta di immensa scimmia antropomorfa, dotata di zanne ed artigli.

behemoth (1).jpg

 

In Heroes of Newerth detto anche BEHEMETHH è una creatura che ispira forza e onore al team. dotato di abilità stunnanti e di una resistenza epica. Utilizzato con la modalità “duro”, diventa Re Behemoth, che solitamente risulta sufficiente per dominare il team nemico. Il suo equipaggiamento consiste generalmente in “Portal Key” e “Esperando en Dios”, due oggetti che ben si adattano a Behemoth.

In Fallout 3 l’appellativo Behemoth viene anche dato ad una serie di enormi e potentissimi supermutanti, spesso armati di giganteschi martelli costituiti da idranti fissati su travi metalliche, che è possibile incontrare in alcune zone del mondo.

In Master of Magic (Microprose, 1996) il Behemoth rappresenta una creatura fantastica, evocabile da un mago che abbia approfondito gli studi nel Reame della Natura, dalle sembianze di un enorme lucertolone rossiccio e dalle straordinarie capacità offensive e difensive. Solo un esercito di unità molto esperte o un campione particolarmente forte può tenere testa ad una creatura simile.

behemoth (2).jpg

 

In Warrior Kings, un gioco di produzione spagnola della Fair Game, può venire evocato da un portale magico.

Il Behemoth appare anche nel gioco in internet Brute Wars. Qui ha una straordinaria potenza difensiva, ma l’attacco risulta molto basso; è raffigurato come un grosso essere viola e peloso con la testa incassata tra le spalle e una bocca enorme con i canini sporgenti.

In Wing Commander III: Heart of the Tiger, Behemoth è il nome di una gigantesca nave spaziale sperimentale terrestre in grado di distruggere un intero pianeta. Pur rispecchiando le caratteristiche di grandiosità e potenza, la nave presenta dei punti deboli (dovuti ad una progettazione affrettata) che ne permetterano la distruzione subito dopo la prima missione ad opera dei Kilrathi, una razza aliena in guerra contro l’umanità.

behemoth_72_1000h.jpg

 

In Command & Conquer: L’Ira Di Kane il Behemoth è un versione modifica dell’unità Juggernought, potente artiglieria munita di tre obici pesanti resa semovente grazie a due arti meccanici che le danno una forma simile ad un’anatra (similitudine su cui il gioco stesso ironizza in un’animazione che l’unità esegue se non selezionata per lungo tempo). Il Behemot differisce dal Juggernought per l’incapacita di attacchi intercontintali e per la possibilità di trasportare fanteria come supporto.

Nella saga di Castlevania, il Behemoth é un gigantesco mostro con grandi corna simile ad un toro con una folta pelliccia con la parte posteriore del corpo in decomposizione, tanto che se ne vede lo scheletro e si lascia dietro scie di vermi e larve. Questi appare in Castlevania: Rondo of Blood dove inseguirà Richter e sarà necessario sfuggirgli, ed in Castlevania: Portrait of Ruin dove, oltre a sfuggire all’inseguimento, bisognerà sconfiggerlo come boss.

In Messiah, di Shiny Entertainment, I Behemoth sono grossi esseri umanoidi creati artificialmente e controllabili dal giocatore mediante possessione; Nonostante l’enorme mole e la spaventosa muscolatura, possiedono processi mentali quasi infantili.

behemoth_storm.jpg

 

In Clive Barker’s Jericho, i Behemoth sono giganteschi nemici composti da ammassi di carne dotati di braccia e una maschera di ferro.

In Infamous 2 il behemoth è rappresentato come un enorme insetto.

Nella serie di videogiochi Yu-Gi-Oh! il Behemot è rappresentato in una carta con il nome di “Behemot il Re degli Animali”Nel film d’animazione The Nightmare Before Christmas ideato da Tim Burton, si sa di uno dei personaggi con il nome di Behemoth, anche se non viene mai nominato nel film. Piu’ precisamente il personaggio robusto, pallido, con la salopette grigia e l’ascia piantata in testa, con lo sguardo inebetito.

Behemoth è il nemico finale nel film Hellboy, ma a differenza dell’aspetto originale nel testo sacro, qui assomiglia a una sorta di calamaro gigante blu.I Behemoth sono una band death/black metal polacca, nata nei primi anni ’90 dal frontman (voce e chitarra) Adam “Nergal” Darski.

Dungeons_&_Dragons_Drago_nero.jpg

 

Flight of the Behemot è il secondo album del gruppo drone doom metal statunitense dei Sunn O))).

Where Strides the Behemoth è la terza traccia dell’album Call of the Mastodon del gruppo sludge metalprogressive metal americano Mastodon.

Behemoth è anche una traccia del primo album e omonimo degli Electric Wizard.

t-behemoth-a.jpg

 

Behemothultima modifica: 2011-11-07T17:29:49+00:00da esococcolb11
Reposta per primo quest’articolo