ippogrifo

L’Ippogrifo è una creatura mitologica. Il suo nome deriva dalle parole greche hippos (cavallo) e grypòs (grifone). L’ippogrifo è infatti una creatura alata, originata dall’incrocio tra un cavallo ed un grifone, con testa e ali di aquila, zampe anteriori e petto da leone ed il resto del corpo da cavallo.

leggende,miti,mitologia,america,americani,bestie,bestie antiche,creature,creature mitologiche,creature leggendarie,creature mitologiche,mitologia americana,ippogrifogrifone,cavallo,aquila.

La prima descrizione letteraria dell’Ippogrifo si deve a Ludovico Ariosto: nel suo Orlando Furioso esso è infatti la cavalcatura del mago Atlante, soggiogato da Bradamante e poi utilizzato da Ruggero. Viene inoltre cavalcato da Astolfo fino alla Luna per recuperare il senno perduto di Orlando. Ecco come Ariosto descrive l’ippogrifo nel canto IV:

leggende,miti,mitologia,america,americani,bestie,bestie antiche,creature,creature mitologiche,creature leggendarie,creature mitologiche,mitologia americana,ippogrifogrifone,cavallo,aquila.

 

 

Ruggero che libera Angelica di Jean Auguste Dominique Ingres, dipinto nel 1819, raffigura una scena dell’Orlando Furioso in cui Ruggero, a cavallo di un ippogrifo, sta salvando Angelica.

leggende,miti,mitologia,america,americani,bestie,bestie antiche,creature,creature mitologiche,creature leggendarie,creature mitologiche,mitologia americana,ippogrifogrifone,cavallo,aquila.

18

Non è finto il destrier, ma naturale,

ch’una giumenta generò d’un Grifo:

simile al padre avea la piuma e l’ale,

li piedi anteriori, il capo e il grifo;

in tutte l’altre membra parea quale

era la madre, e chiamasi ippogrifo;

che nei monti Rifei vengon, ma rari,

molto di là dagli aghiacciati mari.

19

Quivi per forza lo tirò d’incanto;

e poi che l’ebbe, ad altro non attese,

e con studio e fatica operò tanto,

ch’a sella e briglia il cavalcò in un mese:

così ch’in terra e in aria e in ogni canto

lo facea volteggiar senza contese.

Non finzion d’incanto, come il resto,

ma vero e natural si vedea questo.

Secondo le Leggende di Carlo Magno di Thomas Bulfinch:

leggende,miti,mitologia,america,americani,bestie,bestie antiche,creature,creature mitologiche,creature leggendarie,creature mitologiche,mitologia americana,ippogrifogrifone,cavallo,aquila.

Come un grifone, ha la testa di un’aquila, zampe dotate di artigli, ed ali coperte di piume, con il resto del corpo di un cavallo. Questo strano animale è chiamato Ippogrifo.

leggende,miti,mitologia,america,americani,bestie,bestie antiche,creature,creature mitologiche,creature leggendarie,creature mitologiche,mitologia americana,ippogrifogrifone,cavallo,aquila.

La figura dell’ippogrifo venne ideata dall’Ariosto basandosi sulla metafora latina di Virgilio “incrociare grifoni con cavalli”. Secondo il mito, infatti, i due animali sarebbero stati nemici naturali. Negli scenari fantastici in cui sono presenti, infatti, sono animali molto rari, proprio per questa inimicizia tra grifoni e cavalli, pari a quella tra cani e gatti.

leggende,miti,mitologia,america,americani,bestie,bestie antiche,creature,creature mitologiche,creature leggendarie,creature mitologiche,mitologia americana,ippogrifogrifone,cavallo,aquila.

L’Ippogrifo sembra essere più facile da domare rispetto ai grifoni. Nelle leggende medioevali in cui questo animale fantastico appare, è di solito l’animale domestico di un cavaliere o un mago. Funge da eccezionale destriero, poiché può volare veloce come un fulmine. Si dice che sia onnivoro, e che mangi sia piante sia carne.

leggende,miti,mitologia,america,americani,bestie,bestie antiche,creature,creature mitologiche,creature leggendarie,creature mitologiche,mitologia americana,ippogrifogrifone,cavallo,aquila.

ippogrifoultima modifica: 2011-07-28T12:07:00+02:00da esococcolb11
Reposta per primo quest’articolo